vendere su internet

Ho un negozio e voglio vendere su internet

Oggi vendere su internet i propri prodotti è diventata una necessità e una vera e propria opportunità per chi possiede già un negozio reale. Come sfruttare a pieno i mezzi che si hanno a disposizione e conciliare le necessità reali con quelle virtuali?

Perché vendere su internet

La vendita online per chi possiede già un negozio o una attività di servizi è vantaggiosa sotto molti punti di vista: economico, di opportunità, burocratico, di gestione del tempo e soprattutto organizzativo. Ma, per sfruttare al meglio tutti i vantaggi e le opportunità, occorre anche saper prendere le decisioni più adatte per la nostra attività e per il risultato che vogliamo ottenere.

Aprire un e-commerce vuol dire ampliare il mercato ed i propri acquirenti senza confini o limiti geografici; essere sempre aperti 24 ore su 24 e offrire la possibilità di essere visitati in qualunque momento. Vuol dire, in molti casi, non avere costi o spese per intermediari e di conseguenza avere il controllo di tutte le vendite in modo diretto.

I vantaggi sono tanti ma anche le possibili soluzioni sono diverse. Non esiste una soluzione unica per tutti ma la scelta deve essere fatta secondo le nostre esigenze, le nostre competenze (se si è poco esperti o si ha poco tempo a disposizione spesso ci si affida a professionisti) e/o il budget disponibile.  

Bisogna sempre ricordare, però, che anche la vendita online segue regole e obblighi normativi precisi proprio come le attività o negozi reali.

Per aprire un e-commerce occorre per prima cosa avere un sito o piattaforma online dove vendere i prodotti ed occorre essere in regola con le leggi sulla vendita. L’attività online non è molto diversa dal punto di vista normativo da quella reale.

 

Obblighi e normativa e-commerce

Gli obblighi burocratici sono gli stessi di chi ha un’attività commerciale fisica; in caso contrario occorre richiedere la partita IVA e l’iscrizione alla gestione commercianti INPS o alla gestione separata ma per questo è necessario seguire le indicazioni di un commercialista. Una volta aperta la partita IVA ci sono tutti gli obblighi relativi all’iscrizione nel registro dell’impresa e le comunicazioni di inizio attività, tutte pratiche comunque indicate dal commercialista.  Se il commercio online è occasionale e non supera i limiti fiscalmente stabiliti non occorre essere iscritti.

Per la sola attività online invece occorre comunicare alle agenzie delle entrate il dominio relativo al sito web (o sito di e-commerce) e tutti i dati collegati come il fornitore del servizio o provider e l’indirizzo di posta elettronica.  Inoltre, tutti i dati fiscali relativi all’attività commerciale devono essere presenti sul sito di e-commerce. La trasparenza è molto importante anche per evitare conseguenze o segnalazioni varie.

Tutela dei consumatori

Anche il commercio elettronico è soggetto alle leggi che regolano i diritti dei consumatori. I clienti, infatti, hanno il diritto di recedere entro 14 giorni e di conseguenza, di restituire la merce acquistata online. Occorre, inoltre, che quando scegliamo di vendere su internet ogni operazione o comunicazione che facciamo sul nostro sito sia chiara e onesta e che in nessun modo il visitatore o cliente online sia indotto all’acquisto inconsapevolmente o senza una espressa volontà: come nel caso in cui si decide di inserire delle opzioni già preimpostate o in alcuni casi precompilate.

La Piattaforma online

I siti o piattaforme e-commerce possono essere diversi a seconda delle esigenze e del modo di comunicare o di trasmettere il proprio brand. Ognuno in base alle proprie disponibilità, all’utilizzo e alle proprie competenze può decidere se affidarsi a professionisti del settore ed avere non solo una soluzione personalizzata ma anche una soluzione in grado di fornire le competenze e conoscenze necessarie oppure a piattaforme già esistenti.

Scegliete sempre soluzioni adatte al vostro grado di preparazione ed utilizzo.

Caratteristiche utili possono essere anche la possibilità di utilizzare il sito in più lingue se desiderate vendere all’estero o estendere la possibilità di vendita a madrelingua diversi dalla nostra lingua italiana oppure la possibilità di effettuare i pagamenti in più modalità ed eventualmente in valute diverse.

Molto importante è la presenza all’interno del sito dell’informativa per la privacy e per la gestione dei dati (leggi anche GDPR e software gestionale: cosa cambia?) e tutta la regolamentazione sull’utilizzo dei cookie compresa la possibilità o opzione che permette al visitatore del sito di negare il proprio consenso.

Le piattaforme per creare direttamente un sito e-commerce sono molte, tra le più note ci sono Prestashop, Magenta, WooCommerce ma anche molte altre in base alle esigenze. Il software Bman mette a disposizione diverse possibili integrazioni tra queste piattaforme ed il software gestionale stesso ma offre anche la possibilità di utilizzare una propria piattaforma Bshop che non è altro che una funzione completamente integrata con il software gestionale. 

  

Gestire un e-commerce 

La gestione di un negozio online esattamente come avviene nella gestione di un negozio reale coinvolge anche tutta la parte relativa al magazzino, alla contabilità e alla fatturazione.

Per gestire al meglio la propria attività è utile per non dire necessario avere un software gestionale in grado di organizzare l’intero processo di vendita dal magazzino, gestione scorte, carico e scarico alla fatturazione e in grado di effettuare report necessari sia per la contabilità che per tutti gli aspetti legati al marketing e alle eventuali strategie. Strategie da utilizzare per la promozione e la vendita utilizzando i propri canali social che permettono attraverso le condivisioni di aumentare la visibilità del negozio virtuale. 

Per vendere su internet anche l’attività relativa alla gestione del magazzino e all’evasione degli ordini ha molta importanza e deve essere integrata con l’attività reale e questo diventa ancora più importante nel caso di catene o più negozi fisici dove è necessario gestire più depositi o coordinare più negozi con il magazzino centrale.

La compatibilità tra software gestionale e piattaforma e-commerce permette di sincronizzare gli articoli, gli ordini e le disponibilità in modo automatico tra magazzino e sistema e-commerce in modo da avere sempre corrispondenza delle quantità di un prodotto e allo stesso tempo in modo che tale corrispondenza sia aggiornata automaticamente ed in tempo reale.

Una corretta gestione aiuta a far crescere la propria attività sia che si tratti di un negozio fisico sia che si tratti di un negozio virtuale o online.

 

Come abbiamo visto, le possibilità di espandere la propria attività commerciale utilizzando la rete e vendere su internet i propri prodotti o servizi, sono oggi davvero tante e non vanno trascurate anche perché le soluzioni da scegliere possono essere varie e possono essere adattate a tutte le tipologie di attività. 

Qui puoi trovare maggiore informazioni sulla soluzione Bshop per la vendita online completamente integrata con Bman il software gestionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *